Via Senza Via

di Claudio Valerio

Cos’è il vuoto? Assenza di tempo in un intervallo di spazio. È il luogo della contemplazione e, in questo periodo, il luogo della costrizione.

Questo lavoro nasce nella costrizione. L’isolamento forzato si è rivelato un ingrediente fondamentale, un’opportunità di riflessione sulla mia ricerca artistica. Quando i materiali scarseggiano è dura continuare col lavoro, può essere facile abbattersi e rimanere in fase di stallo. Ma se si prova a reagire con quel che si ha e come si può, ecco che possono accadere cose interessanti, come in quest’opera.

La commistione di materiali vari si è impressa sulla tela con una ferocia lontana dall’essere distruttiva, ma che ha cercato piuttosto di arginare quell’impeto dovuto alla frustrazione, convogliandone l’energia verso la finalizzazione del lavoro.  Il risultato è stato un carico di tensione che la tela, come fosse un sudario, regge a stento.  Un lavoro che nasce da un’apparente impossibilità e si realizza nell’impossibilità: un cerchio che si chiude.

c. v.

Esposta durante
Tecnica Tecnica mista (inchiostro, resina, acrilico) su tela
Dimensioni 30 x 30 cm
Anno 2020
Richiedi informazioni

Altre opere di Claudio Valerio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi