Il silenzio

di Aleksandra Ewa Nowak

”In un certo senso, il rumore e il silenzio non sono forse due facce della stessa medaglia?” Risponde Lewis Carroll: “Per vedere nulla ci vuole una vista ottima” (Il lungo treno di John Cage).

Il suono c’è anche nel rumore e nel silenzio. Che non è quasi mai assoluto. E risulta strettamente necessario per sottolineare il suono. Una sospensione, come il momento dopo l’espiro. Il quadro è ispirato dai suoni provenienti dal silenzio ascoltato nella stanza durante un giorno di isolamento causa COVID-19: ho tradotto i suoni-rumori che interrompevano il silenzio in un’immagine, filtrandoli attraverso la mia personale sensibilità pittorica. Una registrazione di spazi, di vuoti, di pause e di silenzi fondata su situazioni di forte gestualità, di assoluto silenzio e assordante rumore: ritagli di situazioni, frammenti di immagini e di suoni. Il bianco o il monocromo è utilizzato come risonanza del silenzio e il colore come suono che taglia, ricompone e definisce.

a. e. n.

Esposta durante
Tecnica Carbone vegetale, acqua, acrilico, grafite su tela
Dimensioni 65 x 90 cm
Anno 2020

    Richiedi informazioni

    Altre opere di Aleksandra Ewa Nowak

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi