Valeria Agostinelli

Bergamo 1970

Dopo essersi diplomata al Liceo Artistico di Bergamo si è formata all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, dove vive e lavora. Durante il percorso accademico si è dedicata alla realizzazione di oggetti di design in carta, collaborando con alcuni showroom per i quali ha creato oggetti in totale autonomia; la carta si è rivelata così il materiale di supporto per la realizzazione delle sue sculture.
Negli anni Novanta ha mosso i primi passi nel mondo dell’arte, collaborando con Gallerie in Italia e all’estero, realizzando installazioni di piccoli e grandi dimensioni dove l’indagine del corpo come teatro di accadimenti assume un ruolo centrale.
Dai primi lavori prevalentemente installativi e scultorei, il linguaggio dell’artista va poi esprimendosi attraverso il disegno a china, l’acquarello e la pittura ad olio su tela.

Mostre personali selezionate: 2000, Portami a ballare, Azienda Radicigroup, Installazione permanente, Gandino (Bg); 2005, Painting   Codes a cura di  A. Galasso, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone; 2014, Il sasso spezzato, Galleria Vanna Casati, Bergamo; 2015, Dipende da quello che riesci a fare delle cose, Spazio  Mouv, Torino.

Bibliografia  selezionata: 2006, Alessandra  Galasso,  Painting  Codes, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone; 2005, Ivan  Quaroni, Roberto Piumini,  Valeria Agosti  Nelli, Johan & Levi Editore, Monza; 2004, Ivan  Quaroni,  Allarmi- Zona creativa temporaneamente valicabile, Caserma De  Cristoforis.

Opere di Valeria Agostinelli
mostre passate di Valeria Agostinelli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi