Valeria Agostinelli

Bergamo 1970

Dopo essersi diplomata al Liceo Artistico di Bergamo si è formata all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, dove vive e lavora. Durante il percorso accademico si è dedicata alla realizzazione di oggetti di design in carta, collaborando con alcuni showroom per i quali ha creato oggetti in totale autonomia; la carta si è rivelata così il materiale di supporto per la realizzazione delle sue sculture.
Negli anni Novanta ha mosso i primi passi nel mondo dell’arte, collaborando con Gallerie in Italia e all’estero, realizzando installazioni di piccoli e grandi dimensioni dove l’indagine del corpo come teatro di accadimenti assume un ruolo centrale.
Dai primi lavori prevalentemente installativi e scultorei, il linguaggio dell’artista va poi esprimendosi attraverso il disegno a china, l’acquarello e la pittura ad olio su tela.

Mostre personali selezionate: 2000, Portami a ballare, Azienda Radicigroup, Installazione permanente, Gandino (Bg); 2005, Painting   Codes a cura di  A. Galasso, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone; 2014, Il sasso spezzato, Galleria Vanna Casati, Bergamo; 2015, Dipende da quello che riesci a fare delle cose, Spazio  Mouv, Torino.

Bibliografia  selezionata: 2006, Alessandra  Galasso,  Painting  Codes, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone; 2005, Ivan  Quaroni, Roberto Piumini,  Valeria Agosti  Nelli, Johan & Levi Editore, Monza; 2004, Ivan  Quaroni,  Allarmi- Zona creativa temporaneamente valicabile, Caserma De  Cristoforis.

Opere di Valeria Agostinelli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi